COMUNICATO STAMPA

Dopo le prime notizie sconvolgenti e luttuose, dopo la corsa degli aiuti con i beni di prima necessità, dopo un anno di attività, è necessario tenere alta l’attenzione e la solidarietà agli amici Abruzzesi ancora disagiati per gli effetti del sisma.

Come è nostra tradizione, abbiamo avviato una raccolta di fondi straordinaria in supporto al territorio abruzzese e gli esiti sono stati come al solito generosi; a questi aggiungiamo risorse provenienti dalle attività dell’associazione e in totale abbiamo destinato 17.500 euro. Con essi intendiamo realizzare alcune strutture e attività concrete in aiuto ad un piccolo paese che abbiamo identificato tramite contatti diretti.

Le due azioni principali che sosterremo sono:

- partecipazione all’allestimento di una sala multimediale con finalità didattiche e ricreative da realizzare presso il centro polifunzionale di Castelnuovo nel comune di San Pio delle Camere (L’Aquila);

- contribuzione all’arredo di una zona verde prospiciente l’area MAP (moduli abitativi provvisori), sempre a Castelnuovo, con panchine tavoli cestini ma, soprattutto, alberi destinati a restare anche dopo la sistemazione definitiva della zona.

La consegna dei materiali è prevista per il 19-20 giugno 2010. Il programma del raduno in occasione di tale evento è in via di definizione e sarà comunicato appena possibile.

Intendiamo sottolineare che la grande quantità di aiuti, che sono arrivati in quei territori da tutta Italia e da parte di molte associazioni, ha sicuramente dato una risposta alle esigenze primarie e urgenti di quei giorni. Restano però da ricostruire il tessuto sociale e i rapporti umani che sono stati spazzati via assieme alle case. Proprio per questo indirizziamo i nostri sforzi verso strutture e attrezzature che hanno questa funzione, in attesa che la ricostruzione consenta il ricongiungimento degli abitanti delle città e dei paesi.

Una nota particolare va alla scelta, condivisa con i cittadini di Castelnuovo, di piantare assieme alberi e piante, in una giornata che sarà pratica ma carica di significato, sia come volontà di ricominciare a rimettere radici da parte degli amici Abruzzesi, sia come nostra volontà di concretizzare la solidarietà tra connazionali.

 

chiudi